LA LOMBALGIA

Il dolore alla schiena ha un’eziologia abbastanza complessa. In Europa, circa il 70% degli adulti ha almeno un episodio di dolore alla schiena all’anno. Mentre più il 50% ha ricadute multiple nel corso della vita.

La ricerca in letteratura ci indica che il medico che ascolta la storia di un paziente con il mal di schiena dovrebbe:

-chiederne la natura, l’insorgenza, il decorso, la localizzazione, l’irradiazione del dolore e la sua dipendenza dall’attività fisica e/o dallo stress emotivo.

-Nella diagnosi differenziale, i deficit neurologici e le “bandiere rosse” che suggeriscono condizioni pericolose come la frattura spinale, l’infezione batterica e i tumori, devono essere esclusi.

-Se non si può individuare alcuna causa specifica del dolore. Il trattamento del dolore alla schiena non specifico ci si concentra sul sollievo dal dolore e sul miglioramento funzionale.

Ogni medico deve inoltre pensare che l’educazione e la consulenza al paziente sono essenziali.

Per ottenere un sollievo e un miglioramento funzionale riteniamo maggiormente indicato l’esecuzione di esercizi mirati che ottimizzano la mobilità del rachide e incrementano la capacità propriocettiva del soggetto migliorando lo stato di salute.

Nella maggior parte dei casi la restrizione dell’attività motoria, incluso il riposo a letto, non ha alcun beneficio e prolunga soltanto i tempi di recupero.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...